×

HOW LONG IS NOW

L’estate di CUBO TEATRO si arricchisce di una nuova esperienza: How Long Is Now .

How Long Is Now è una installazione costruita attraverso le memorie delle opere prodotte negli ultimi anni da Cubo Teatro e dal progetto Parsec . Un racconto visivo che si ispira alle parole che campeggiano su uno dei muri della Kunsthaus Tacheles a Berlino : HOW LONG IS NOW ovvero “quanto dura l’adesso” testimonianza dell’eterno presente teorizzato da Guy Debord nel 1978 e poi concretizzatosi nei decenni successivi alla caduta del muro (di Berlino) del 1989, conseguenza della vittoria a livello globale del modello capitalistico, celebrato sulle televisioni di tutto il mondo. La sensazione di un presente eterno deriva dall’assenza di Memoria Collettiva, base fondamentale per la costruzione partecipata di un futuro migliore.

L’installazione parte dal presupposto che i piccoli teatri, oggi chiusi, non possono svolgere il loro ruolo per la comunità: ricordare insieme, stare insieme, partecipare insieme .

I piccoli teatri vivono un (temporaneo) stato di abbandono che, oggi, va considerato come terreno indispensabile per il cambiamento di domani.

How Long Is Now smembra le opere teatrali esplodendo le scenografie, le immagini, le parole e i segni nel contesto di una platea abbandonata e in attesa di spettatori dal futuro.

Il visitatore è per una volta dall’altra parte, sul palco : attore inconsapevole di un ricordo che vuole farsi azione. Lo spettacolo però non esiste, perché non c’è la relazione attore-spettatore . Ora esiste il visitatore temporaneo che, grazie alla mostra, potrà creare il suo spettacolo, scegliendo uno dei 4 podcast realizzati durante il lockdown che lo accompagnerà durante tutta la visita.

La mostra – ingresso gratuito – inaugura giovedì 9 luglio e sarà visitabile fino al 31, dalle 19.30 alle 23.00 dal giovedì alla domenica presso OFF TOPIC (via Giorgio Pallavicino, 35 – Torino)

Le visite saranno aperte a gruppi di 4 persone, nel rispetto delle disposizioni per la prevenzione della diffusione del Covid-19 e per favorire l’immersività dell’esperienza. Per informazioni sull’accesso: info@cuboteatro.it

CREDITI

L’installazione nasce da un’idea di Girolamo Lucania e Ivan Bert , che ne ha curato anche l’esperienza sonora.

Il montaggio video è di Akasha Visual Art.

Le scenografie e i costumi sono tratti da La Storia degli Orsi Panda (scene di Silvia Brero), e da Tito – Rovine d’Europa (scene di Elisabetta Ajani) L’allestimento scenotecnico è di Yuri Roà .

podcast , invece sono tratti dal Teatro Decomposto o L’Uomo Pattumiera di Matei Visniec e sono prodotti del progetto Theatre On Call , realizzato durante lockdown con l’interpretazione di Jacopo Crovella, Dalila Reas, Annamaria Troisi e Stefano Accomo.

How Long Is Now è un progetto di Cubo Teatro e Off Topic, in collaborazione con Fertili Terreni Teatro, TYC-Torino Youth Centre e con il sostegno del Comune di Torino e della Compagnia di San Paolo.

Il progetto si sostiene interamente grazie alle donazioni dei visitatori, attraverso la formula del Pay what you can ovvero “paga quanto puoi” . Il contributo economico così ricavato viene devoluto direttamente agli artisti coinvolti nell’organizzazione della mostra.

Vi chiediamo di sostenerci. Come?

Abbiamo attivato una campagna di crowdfunding per sostenere le nostre attività e aiutarci a sopravvivere e a rendere migliori le nostre azioni per il futuro:

https://www.produzionidalbasso.com/project/sostieni-il-teatro-indipendente-contemporaneo-sostieni-cubo-teatro/

Ascolta i nostri podcast su Spotify , tratti da “THEATRE ON CALL”, progetto di teatro digitale realizzato durante il periodo di lockdown in collaborazione con la Compagnia canadese DLT Company e l’Istituto Italiano di Cultura di Toronto.

Segui tutte le nostre attività e rimani aggiornato sui prossimi appuntamenti, su Facebook Instagram , sul nostro sito e tramite la nostra newsletter .

Per ricevere informazioni scrivi a info@cuboteatro.it