An artistic
multimedia
liveacting
experience
about climate
change

0

Specie animali e vegetali si sono estinte negli ultimi 10 anni.

0 %

L’aumento dei  migranti climatici entro il 2050, a causa della SICCITÀ. Sì, potremo essere anche noi.

+ 0 %

Di eventi meteo estremi nel 2022 rispetto al 2021 in Italia. 310 fenomeni, 29 morti.

0 %

Del territorio Italiano è a RISCHIO DESERTIFICAZIONE.
Entro il 2050 si prevede possa interesssare il 90% della superficie mondiale. 

Se le informazioni che abbiamo sono esatte, la specie umana deve:

Seguire il consiglio di BarbascuraX:
Salvarsi! 63%
Seguire il consiglio di GAIA:
Estinguersi 37%

PS:GAIA è un universo multidisciplinare che intende affrontare i temi della sostenibilità ambientale e le responsabilità individuali e collettive sul cambiamento climatico.

Realizzato grazie al contributo del Ministero della Cultura nell’ambito dei Progetti Speciali FNSV 2023 e in collaborazione con Grey Ladder, Club Silencio, Mediaset Infinity LAB e GreenMe, Gaia ha prodotto diversi dispositivi performativi e multimediali tra cui la Performance Teatrale HyperGaia.

Drammaturgia Partecipata

Tutte le parole di PS:G.Ai.A sono OPENSOURCE, aperte e disponibili in un documento condiviso a tutt*

Si può fare ancora qualcosa per contrastare il Riscaldamento Globale, le radiazioni atomiche, la produzione di idrocarburi e plastiche, gli abusi edilizi, la corsa agli armamenti? Il nostro è davvero un tempo da romanzo apocalittico?

PS:GAIA parte dall’ipotesi che il tempo che stiamo vivendo è come un film, un romanzo, un manga, apocalittico, e che viene trattato come tale dall’Umanità: come un racconto di finzione.

Del resto, non possiamo fare niente contro l’onda incontrastabile che sta portando all’estinzione della specie. Tanto vale pensarci e immaginare come sarà il futuro, e alla fine chiedersi: ma noi, cosa avremo lasciato sulla Terra?

Il mondo di PS:GAIA

PS:GAIA è un iperoggetto*, ovvero non si può raccontare tutto ciò che sta accadendo al mondo in un’unica rappresentazione.

Per questo abbiamo dato vita ad un dispositivo capace di generare un universo di storie, personaggi, racconti diversi che si intrecciano e si completano, storie piene di buchi nella trama attraverso diversi prodotti artistici.

PS:Gaia può assumere forme diverse e stimolare esperienze differenti, a seconda del luogo di rappresentazione o della modalità di fruizione:

* Col termine «iperoggetti» Timothy Morton designa entità di una tale dimensione spaziale e temporale da incrinare la nostra stessa idea di cosa un «oggetto» sia.

Drammaturgia Partecipata

Tutte le parole di PS:GAIA sono OPENSOURCE, aperte e disponibili in un documento condiviso a tutt*

Il mondo di PS:Gaia

Gaia è un iperoggetto*, ovvero non si può raccontare tutto ciò che sta accadendo al mondo in un un’unica rappresentazione.

Per questo Gaia è un dispositivo capace di generare un universo di storie, personaggi, racconti diversi che si intrecciano e si completano, storie piene di buchi nella trama attraverso diversi prodotti artistici.

* Col termine «iperoggetti» Timothy Morton designa entità di una tale dimensione spaziale e temporale da incrinare la nostra stessa idea di cosa un «oggetto» sia.

Drammaturgia Partecipata

Tutte le parole di Gaia sono opensource, aperte e disponibili in un documento condiviso a tutte e tutti sul sito del progetto.

Tutt* coloro che hanno partecipato o parteciperanno agli eventi legati a Gaia riceveranno un link diretto al testo, e ognuno potrà modificare il documento, oltre a vedere le modifiche di chiunque altro.

Un progetto di

In collaborazione con

Media partner

Sostenuto da

Per maggiori informazioni e richiesta di materiali contattare:

Ottavia Arenella
info@cuboteatro.it
+39 327 466 0984

Girolamo Lucania
direzione@cuboteatro.it